La buona pizza di Bruxelles?…da Mamma Roma

Nel 2009 mi trovavo, quasi per caso, nella città che ormai è diventata la mia nuova casa: Bruxelles !
Come tutti i giovedì d’estate aperitizzavo a Place Luxembourg con amici e conoscenti…l’aperitivo di Bruxelles non è come quello italiano: della serie non si fa una mini cena, ma semplicemente si beve tanta buona birra !
A un certo punto però la fame arrivava…la soluzione? Era a portata di mano: Mamma Roma a place Jourdan !

Bene. Si può dire che oggi Mamma Roma è diventata un luogo a me molto caro, dove trascorro volentieri il mio tempo…

Ma che cos’è Mamma Roma?

E’ una pizzeria al taglio. Più precisamente, è una pizzeria dove si gusta la vera pizza alla romana: sottile, croccante e servita, appunto, al peso. Puoi scegliere la taglia dei pezzi di pizza tra tantissimi gusti e varietà. Gli ingredienti sono rigorosamente italiani: mozzarella di bufala campana, pecorino di fossa, porchetta, speck, radicchio di treviso e addirittura la nduja.

In principio era Mamma Roma di place Flagey, seguita dalla sede di Chatelain e poi da Jourdan. Oggi Mamma Roma, grazie al suo successo fondato sulla qualità del prodotto che offre, sta aprendo nuove sedi a Bruxelles, in Belgio….e presto anche all’estero.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale … e se vi trovate a passare per Bruxelles e avete voglia di sapori d’Italia, ovviamente, il mio consiglio è quello di mangiare da Mamma Roma !

Enjoy

AAA Cercasi Cime di Rapa disperatamente

Sei Italiano? Abiti a Bruxelles? Ti è venuta un’insana voglia di cime di rapa? (sembra strano, ma quando vivi all’estero possono venire delle voglie assurde) Quelle del GB ti sembrano insipide? (e non hai torto…)

Bene. Detto fatto. La soluzione c’è !

E’ a Place Jourdan.

Ogni domenica mattina, come nella maggior parte delle piazze di Bruxelles, viene allestito il mercato di quartiere.

Quello di Jourdan è conosciuto per avere tutti, o quasi i prodotti stagionali della cucina italiana…

…e in questo periodo trovate anche delle cime di rapa buonissime !

L’unico problema è che bisogna andare presto la mattina…perché vanno a ruba.

Per le FOTO coming soon…per il momento accontentatevi di una vecchia ricetta: Spaghetti saltati in padella con le cime di rapa

Restobières nel cuore di Marolles – Bruxelles

 Nel cuore del quartiere Marolles a Bruxelles potete trovare una delle brasserie più interessanti della citta…

        

        

Si chiama RestoBières, e come suggerisce il nome tutti i piatti sono cucinati con le birre artigianali belghe. E’ ovviamente una cucina regionale, con richiami soprattutto della zona fiamminga!

Il locale è piccolo ma molto accogliente, caratterizzato dai mille oggetti collezionati dal proprietario, Alain Fayt, dal 1987 ad oggi…

Io ho ordinato una delle Carbonnades più buon che abbia mai mangiato, accompagnata con un puré di patate e lardon…

Restobières
32, rue des renards
1000, Bruxelles
Tél: 02/502.72.51
Gsm: 0495/50.63.00

In giro per Creperie

Bruxelles non è di certo Parigi, ma come ho detto più volte, la cucina francese è molto presente. Numerose sono le creperie che potete trovare in qualsiasi quartiere delle città. Io ne ho trovate due buonissime: una nel quartiere di Marolles, vicino la piazza di Jeux de Balle, e l’altra in centro proprio a fianco della Bourse. Entrambe si chiamano La Creperie…

Following there are some pictures of Crepe and Creperie in Brussels:  I have found two wonderful place in which enjoy crepes as you want…La Creperie near by Jeux de Balle and La Creperie next to the Bourse!

          

           

Bruxelles, ville des marchés

Le marché médiéval de Etterbeek….

…l’enorme varietà di salsicce

…. le jambon cuit

…. la tartiflette, e anche chili con carne!

A proposito di tartiflette, ecco la ricetta….

Ingredienti

Formaggio reblochon
500g di patate
2 cipolle
250g di pancetta dolce

In una padella fate dorare le cipolle tritate. Aggiungete la pancetta tagliata a dadini e lasciate cuocere per 10 minuti.
Nel frattempo, lavate e pelate le patate e tagliatele a dadini. Fatele rosolare per 20 minuti.
Mettete le patate insieme alla cipolla e alla pancetta in un piatto da forno.
Scaldate il forno a 200°C.
Tagliate il reblochon in 2, nel senso orizzontale e poi tagliate ogni metà in tre parti. Mettete i pezzi di formaggio sulle patate, con la crosta in su.
Infornate e lasciate cuocere per 25 minuti. Servite la tartiflette ben calda.

Amadeo di Bruxelles e Spare Ribs a volonté

Musica anni Trenta e Quaranta. Pareti colme di libri fin sul soffitto. Oggetti dall’Oriente. Luce soffusa.
Tavolini con tavaglie a quadretti bianchi e rossi. Una bottiglia di vino rosso “maison”….e spare ribs a
volonté.

Il ristorante Amadeo di Bruxelles, situato tra la Bourse e il Marché aux Poissons, è fatto così e la sua
particolarità sono le costine di maiale alla griglia. In realtà ciò che lo rende particolare è che, spendendo lo stesso prezzo, pui mangiare gustosissime spare ribs a volontà: i camerieri passano regolarmente tra i piccoli tavolini con una teglia colma di spare ribs appena cotte, pronti a rimpiazzare la costina appena mangiata.
Il menù non è molto ricco, ma d’altronde chi va da Amadeo lo fa per mangiare la carne o il pesce (in questo caso gli scampi) alla griglia.
La mia scelta è cadutà sul piatto tipico:

Spare Ribs a volonté
Insalatina
Jacket potato con crema della casa fatta con erbe e burro

Se passate per Bruxelles e dicidete di fare una capatina da Amadeo non dimenticate, inoltre, di ordinare l’originale Irish coffee, servito in tre strati.

Ostriche e champagne? aperitivo al mercato

Bruxelles è la città dei mercati. Ogni quartiere ha il suo mercato, e a volte anche più di uno. Te ne accorgi la domenica mattina, quando tutto ad un tratto la città rallenta, ed i ritmi frenetici della settimana lasciano il posto alla lentezza.


Il mercato ne è l’espressione.
“Sono delle piccole isole di terra contadina all’interno della città. Teatro di socialità dove tutti sono attori protagonisti”. Come direbbe Gualtiero Marchesi. E ancora, “luoghi di ristoro”.
Quest’ultima definizione calza a pennello.


Una domenica mattina, appunto, ero nel tram 81. Stavo andando a fare colazione in uno dei miei bar preferiti, quando alla fermata di place Flagey decido di scendere. Ci stava il mercato! Piante, fiori, vestiti, carne, pesce, ortaggi, venditori ambulanti con i loro banchi, compratori, curiosi e…osservatori! Proprio come me.
Nel mio giro di perlustrazione sono stata attratta da un banco insolito. O comunque lo era per me. Due ombrelloni neri, un banco non troppo grande, tutt’intorno dei tavoli con panche di legno, ed una fila assurda di persone. Stavano aspettando il loro turno per l’aperitivo.

Un aperitivo al mercato fatto con ostriche e champagne. Il venditore apriva le ostriche, le poneva in dei piatti piani bianchi, accompagnate da limone, pane ed una fresca coppa di champagne. La vera sorpresa? I prezzi davvero bassi! Della serie…ma chi decide che cos’è il lusso?