Uovo Fritto alla Cracco

Ingredienti

1 tuorlo d’uovo per ogni commensale
pan grattato
asparagi
olio d’oliva

Prendete il tuorlo d’uovo e sistematelo in un bicchiere in modo che sia cosparso di pan grattato. Mettete in frigo per almeno due ore.

Nel frattempo pulite gli asparagi, privateli della parte del gambo troppo dura e sbollentateli in acqua salata per circa 5 minuti.

Per cucinare il tuorlo d’uovo, scaldate in una padelle abbondante olio d’oliva. Quando l’olio sarà ben caldo mettete il tuorlo d’ouvo “impanato” aiutandovi nella frittura con una schiumarola. Fate friggere per 40 secondi.

Impiattate l’uovo su un letto di asparagi conditi con olio d’oliva.

Annunci

Bocconcini di baccalà indorati e fritti

Ingredienti per 2/3 persone

200 gr di filetto di baccalà
1 uovo
1 bicchiere di acqua effervescente
2 cucchiai di farina
olio per fritture

Per cucinare un buon baccalà indorato e fritto due sono i segreti: dissalare il baccalà e riuscire a fare una buona pastella.

Per dissalare il baccalà, basta metterlo in acqua qualche giorno prima della cottura e avere cura di cambiare l’acqua almeno 3 volte al giorno.

Per una buona pastella si fa così…

…Prendete l’uovo e separate il tuorlo dall’albume. Montate a neve l’albume e tenetelo da parte. In un’altra terrina sbattete il tuorlo e aggiungete la farina poco alla volta non smettendo di mescolare, infine, sempre continuando a mescolare, aggiungete l’acqua effervescente e fresca. Alla fine dovrete ottenere un conposto omogeneo, corposo ma non appiccicoso e soprattutto senza i grumi della farina!

E’ PIU’ FACILE A FARSI CHE A DIRSI !

Dopodichè, prendete i filetti di baccalà e tagliateli in tanti piccoli bocconcini. Nel frattempo riscaldate in una casseruola abbondante olio per fritture. Passate bocconcini di baccalà nella pastella e friggeteli per circa 3 minuti per lato.

Frittata alla Menta

Ingredienti per due persone

3 uova
150 gr di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di olio d’oliva
un bel pò di foglioline di menta fresca
sale e pepe qb

In una terrina sbattete le uova con il parmigiano, le foglie di menta e il sale.
Nel frattempo riscaldate in una padella antiaderente l’olio. Quando l’olio sarà caldo, aggiungete il composto della frittata. Mescolate per qualche secondo a fuoco vivace. Fate cuocere la frittata a fuoco medio per circa 3 o 4 minuti per lato, coprendo la padella con un coperchio.
Quando la frittata sarà cotta, ponetela su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

In principio era solo una…frittata

E’ vero, non bisogna essere dei cuochi geniali per fare una frittata…ma modestamente le mie frittate sono davvero buone!!Le differenzia la morbidezza:  sono morbide, “spumose”, ma anche sottili e delicate. Il momento clou è la messa in padella delle uova sbattute…

Ingredienti per 2 persone (generalmente calcolate un uovo a persona)

2 uova, una presa di sale, 70 gr. di parmigiano grattugiato, 1 pomodoro san marzano, crema di aceto balsamico di Modena, origano, 2 cucchiai di olio d’oliva

In una terrina sbattete le uova con il sale e il parmigiano. Nel frattempo, scaldate l’olio d’oliva in una padella dal diametro di circa 20 cm. Quando l’olio sarà caldo, versate le uova sbattute nella padella. Dopo qualche secondo, con una forchetta mescolate grossolanamente le uova, come se si volessero cucinare delle uova strapazzate, avendo cura poi di sisetmarle a mò di frittata.

Abbassate la fiamma e fate cuocere 3/4 minuti per lato. Girate la frittata aiutandovi con un piatto piano.

Quando la frittata sarà pronta, ponetela su della carta assorbente al fine di eliminare l’olio in eccesso. Servite la frittata con il pomodoro tagliato a fette, l’origano e la crema di aceto balsamico.

Cosa c’entra la colazione all’inglese con “l’Acqua Sale”

English breakfast…io l’adoro!! Di solito la mattina, appena sveglia sono un orso: mi alzo, vado in cucina, prendo la mia mug, mi preparo un nescafè lunghissimo, mi siedo sul divano e…contemplo. Mi riprendo solo dopo una trentina di minuti dal risveglio. Dopodichè inizio a correre, perchè ovviamente sono perennemente in ritardo…ed inevitabilmente mi viene una fame da lupi. Diciamo che non sono proprio un buon esempio da seguire per quel che concerne la colazione.
Dopo quei trenta minuti di contemplazione del nulla però, potrei mangiare di tutto, e soprattutto piatti salati: la tipica colazione inglese cade a pennello! Durante il mio saggiorno a Cambridge, la domenica mattina, andavo appositamente in una tea room, e mi sfiziavo con grey-tea, salsicce, pane tostato e burro, pomodori fritti e l’immancabile pancetta con le uova…come si dice, una botta di vita!
Pare che l’uovo, il pane, i pomodori siano una costante nelle colazioni all’inglese. In realtà così non è. Sempre ritornado ai racconti di mia nonna, è venuto fuori che, soprattutto i contadini, facevano colazione con una minestra, per così dire, di rinforzo, i cui ingredienti di base erano proprio il pane, le uova e i pomodori. A pensarci bene non aveva nulla a che vedere con la colazione alla Mulino Bianco, così come viene concepita oggi, ma ricorda molto, soprattutto per gli ingredienti, proprio l’ English Breakfast…

Ingredienti per 4 persone

1 porro, 1 spicchio d’aglio, 5 peperoni rossi secchi, 2 cucchiai di olio d’oliva, 50 gr. di pomodori pachino, 4 bicchieri di acqua, sale qb, 4 uova, pane raffermo

In un tegame fate soffriggere il porro e lo spicchio d’aglio tagliati e fette sottili, i pomodorini e i peperoni secchi tagliati a pezzi. Dopo qualche minuto aggiungete i bicchieri d’acqua, salate e fate cuocere a basso per circa 20/30 minuti. Quando la minestra sarà cotta, rompeteci dentro le uova, alzate la fiamma e continuate la cottura per un paio di minuti al massimo.
Nel frattempo sistemate in dei piatti fondi le fette di pane raffermo, che cospargerete con la minestra ed un uovo per piatto.