Coquelet con Crema di Champignon

Ingredienti per le solite 2 persone

1 galletto anche detto coquelet
250 gr. di funghi champignon piccoli
1 confezione di panna da cucina anche detta creme fraiche
5 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe qb
aromi (rosmarino, alloro, salvia)
1 spicchio d’aglio
5 cucchiai di olio d’oliva

Tagliate in due il galletto, mettetelo in un contenitore con gli aromi, il sale, il pepe, lo spicchio d’aglio e l’olio. Coprite il contenitore con dell’alluminio e tenetelo in frigo per una notte.

Il giorno successivo, mettete il polletto insieme a tutto il resto in una casseruola capiente con coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento.

Nel frattempo preparate la crema di funghi: Lavate i funghi e affettateli. Fateli saltare in padella con un filo d’olio e una spruzzata di pepe. Aggiungete la panna e il parmigiano. Fate addensare la crema a fiamma bassa. Quando si sarà consumata abbastanza, toglietela dal fuoco, lasciatela intiepidire e frullatela grossolanamente nel frullatore.

Il galletto dovrà cuocere per circa 20 minuti, sempre a fiamma bassa. A fine cottura alzate la fiamma e togliete il coperchio dalla casseruola in modo da far consumare il sugo del pollo.

Servite la metà del galletto intera accompagnata dalla crema di champignon.

Annunci

Coscia d’Anatra con Birra Trappista

Ingredienti

1 coscia d’anatra a persona
1 noce di burro
1 spicchio d’aglio
alloro
salvia
rosmarino
sale
pepe
1 lattina di birra (se trappista è meglio)

Non private assolutamente la coscia d’anatra del proprio grasso! Non solo è tra i grassi animali, quello con meno colesterolo, ma da un sapore unico alla carne!

       

In una padella fate soffriggere la coscia d’anatra con la noce di burro fino a quando il suo grasso non si sarà sciolto completamente.

    

Aggiungete tutti gli aromi e continuate la cottura e fuoco medio, avendo cura di coprire la padella con un coperchio. Girate la coscia d’anatra frequentemente per evitare che si bruci. Dopo una quindicina di minuti, aggiungete la birra e continuate la cottura fino a quando la birra non si sarà addensata.

Servite la coscia d’anatra calda, con il suo sughetto di birra e accompagnata da un puré di patate.

Pollo ruspante agli aromi

Per mia mamma il pollo DEVE essere ruspante. Ha tutta una sua teoria e non posso che darle ragione. Mangiare un pollo ruspante significa assaporare il vero gusto del pollo,  di colore scuro, simile a quello della cacciagione, con la carne “ben attaccata all’osso”, mai stopposa e, ovviamente, molto saporita.

Ingredienti

1 pollo ruspante
4 cucchiai di olio d’oliva
1/2 cipolla bianca
1 carota
1 costa di sedano
timo
alloro
rosmarino
salvia
2 bicchieri di vino bianco
sale e pepe qb

Tagliate il pollo in pezzi. Lavate accuratemente le verdure e gli aromi e teneteli da parte.

In un tegame capiente riscaldate l’olio e fete soffriggere i pezzi di pollo a fuoco vivace per qualche minuto. Quando il pollo sarà dorato, abbassate la fiamma ed aggiungete le verdure tagliate a pezzi grossolani, gli aromi, il sale e un pò di pepe. Coprite il tegame con un coperchio e fate cuocere per 30 minuti a fuoco medio.
Successivamente aggiungete il vino bianco e fate cuocere a fuoco medio per ancora 1 ora e 30 minuti.

A fine cottura togliete dal tegame il pollo e tenetelo al caldo. Pssate poi con il passatutto le verdure con il sugo. Fate consumare ancora per qualche minuto il sugo ottenuto che servirà per cospargere il pollo nel momento in cui verrà impiattato.

Servite il pollo con delle verdure (peperoni gialli, zucchine, melanzane) saltate in padella.